L’arte Buddhista in Giappone: l’antico periodo Heian (794-894)

d0bfe2be948d47d0021b75b0fd683d26_w770L’arte Buddhista in Giappone: l’antico periodo Heian (794-894)
Bologna, 7 maggio 2016 ore 14.30-17.30
Laboratorio di interpretazione e lettura estetica dell’arte del Giappone condotto dal prof. Giovanni Peternolli
Con l’introduzione del buddhismo esoterico all’inizio del IX secolo il pantheon buddhista si arricchisce di innumerevoli divinità. Le novità iconografiche si accompagnano al sorgere di forme d’arte inedite, sensuali e vigorose.
Il Giappone, ultimo fra i paesi dell’Asia Orientale ad avere adottato il buddhismo, per quasi un millennio ha conosciuto una fioritura artistica nei diversi campi dell’architettura, della scultura, della pittura e delle arti applicate straordinaria per qualità e per quantità. Alcune sculture e pitture buddhiste costituiscono uno dei vertici dell’arte religiosa di tutti i tempi.
Il laboratorio fa parte del ciclo “Percorsi nell’arte giapponese” che prevede altri 6 incontri dedicati a:
L’arte Buddhista in Giappone: il periodo Asuka (538-710)
L’arte Buddhista in Giappone: il periodo Nara (710-784)
L’arte Buddhista in Giappone: il tardo periodo Heian (894-1185)
L’arte Buddhista in Giappone: il periodo Kamakura (1185-1333)
L’arte Buddhista in Giappone: il periodo Muromachi (1336-1573)
Il numero dei partecipanti ammessi è di massimo 15 persone ad incontro.
È obbligatoria la prenotazione.
Quota di partecipazione:
€ 30 (per il singolo laboratorio); € 27 (quota scontata per chi possiede la NipponiCard);
€ 155 (per intero ciclo 6 laboratori); € 140 (per intero ciclo 6 laboratori per chi possiede NipponiCard)

Dove: Centro Studi d’Arte Estremo Orientale, via S. Maria Maggiore, 1/d – Bologna
Info: 051-381694 – info(at)nipponica.it



Lascia un Commento


uno − 1 =


Parte del materiale e' stato scaricato da internet.
Qualora una o piu' parti ledessero i diritti dei rispettivi proprietari
saremo pronti, dietro segnalazione, a toglierle immediatamente.