“Ma” Pensieri di carta – Venezia

Mostra Yoko Okuyama.”Ma” Pensieri di carta. Museo d’Arte Orientale di Venezia
 Ca’ Pesaro 8 settembre-20 ottobre 2012
 Sabato 8 settembre alle ore 18  al Museo d’Arte orientale di Venezia, al terzo piano di Ca’ Pesaro, si inaugura la mostra Yoko Okuyama MA- Pensieri di Carta.
 Yoko Okuyama è nata a Tokyo, laureata in Architettura con Kenzo Tange con cui ha collaborato ad opere importanti quali la cattedrale di Tokyo e l’Università del Sacro Cuore; ha fondato lo studio di architettura e progettazione Sohseisha, di cui è tuttora presidente. Per oltre quindici anni ha tenuto la cattedra di Interior Design presso la Tokyo Academy.
 
Il suo personale percorso di ricerca l’ha infine condotta a realizzare opere  in cui una materia antica come la cellulosa ed una primordiale come l’acqua, si mescolano grazie a gesti altrettanto antichi e sapienti .
 
Una “pittura senza pennello” sono state definite le opere di questa artista che usa strumenti elementari: un telaio con una rete a trama fitta che ricorda l’antico suketa, il telaio su cui i cartai  da sempre hanno formato e formano i fogli di carta giapponese a mano, inserito in una vasca in cui si mescolano acqua e cellulosa.
 
Questi materiali semplici e naturali uniti al colore, scelto con intenzionale perizia, creano suggestioni, emozioni, pensieri.
 
Attraverso queste opere comprendiamo il ma, in giapponese lo spazio vuoto, il tempo eterno, ma anche l’istante, il taglio netto del tempo, l’attimo che ne interrompe il flusso, concetto presente sia nella vita quotidiana che nell’arte giapponese.
 
L’invito all’artista a presentare le sue opere è in stretta connessione con il tema scelto dal Museo per le Giornate Europee del Patrimonio di quest’anno: la carta giapponese a mano, washi. E’ proprio il materiale base della carta giapponese a mano che Okuyama Yoko usa per le sue creazioni; si riafferma così il rapporto diretto tra modernità e tradizione, tra passato e presente.
 
In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio l’artista incontrerà il suo pubblico e terrà un workshop su prenotazione sulla tecnica di realizzazione dei suoi “pensieri di carta”.

La mostra si concluderà il 20 ottobre.

Orario: dalle 10 alle 18 Ingresso gratuito alla mostra con il biglietto del Museo. Chiuso il lunedì.
 
INGRESSO GRATUITO AL MUSEO E ALLA MOSTRA DURANTE LE GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO CON IL SEGUENTE PROGRAMMA
 
 
 
Sabato 29 settembre , alle ore 11, 12, 15 e 16
 
Proiezione del film  Washi.Carta giapponese a mano, 16 mm, durata 31’.
 
Per gentile concessione dell’ Istituto Giapponese di Cultura di Roma
 
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.
 
 
 
Il film, vero capolavoro della serie di documentari sulle arti tradizionali giapponesi, illustra tutte le fasi di produzione della famosa washi, carta giapponese a mano, prodotta dal gelso papirifero secondo un procedimento antico, codificato nel Kami Suki Cho Ho Ki, Manuale pratico della fabbricazione della carta, di Jibei Kunigashi, pubblicato a Osaka nel 1789. Nascono dall’abilità del cartaio: kozo, la più forte e la più grezza delle carte, gampi, la più leggera e resistente e pure la più rara e costosa ed infine mitsumata, carta di più recente produzione anch’essa con buone qualità di resistenza agli attacchi degli insetti cartofagi.



Lascia un Commento


cinque − 2 =


Parte del materiale e' stato scaricato da internet.
Qualora una o piu' parti ledessero i diritti dei rispettivi proprietari
saremo pronti, dietro segnalazione, a toglierle immediatamente.