Aikido Manga

La passione per il disegno è sempre stata presente nella mia vita. Dopo aver conseguito il diploma in grafica pubblicitaria ho iniziato subito a lavorare e ancora oggi mi dedico a piccoli lavori per potermi pagare gli studi presso la scuola Comix di Napoli. Volendo fare un facile paragone, è un pò come il pianista che sin da piccolo ha sempre adorato la musica: sono ben 26 anni che per me è lo stesso. Mettere la matita su un foglio disegnando, raccontando, cercando di trasmettere qualcosa, fà parte di me e questa parte di me spera in un futuro non lontano di concretizzare tutto questo.

L’interesse per l’ aikido inizialmente è nato per autodifesa, ma praticandolo mi sono accorto che è molto più di questo. L’aikido non è un sport con competizioni o regole, è un’arte marziale che ha radici nel Giappone feudale dove si combatteva strenuamente per la sopravvivenza, ed è per questo che in alcuni disegni sono presenti scheletri o teschi. Non c’è l’attesa o la pausa, ma l’istante in cui affronti il tuo nemico con la consapevolezza di te stesso, del tuo corpo e di quello che ti circonda. Sai che il nemico deve essere sconfitto, non ha importanza se l’avversario è più grande o forte di te.
L’aikido è l’arte dei samurai e già questo basta per ispirare e riempiere un foglio bianco. Spostamenti, attacchi, uscite, posizioni, espirazione, parate, il jo, il ken , l’hakama e le movenze che prende nel seguire gli spostamenti del corpo dando l’impressione di una danza di pochi istanti.
Questo è tutto quello che vedo nell’aikido e con carta e matita cerco di trasmettere questa mia visione.

Giovanni Lucarelli



Lascia un Commento


7 × due =


Parte del materiale e' stato scaricato da internet.
Qualora una o piu' parti ledessero i diritti dei rispettivi proprietari
saremo pronti, dietro segnalazione, a toglierle immediatamente.