Guerrieri per la Pace

“Assistiamo tutti esterrefatti alle immagini di distruzione che ci giungono ogni ora dal Sol Levante.
Interi paesi sommersi dalle macerie, migliaia tra morti e dispersi e la minaccia del Nucleare che pende come una spada di Damocle sulle teste dei sopravvissuti.
Nonostante intorno a loro non ci sia che cataclisma, costoro continuano a sorridere ed a mostrare una civiltà ed una dignità che deve essere di insegnamento per l’umanità intera.
Aikido e Dintorni non poteva restare con le mani in mano difronte a questa tragedia.
Ecco quindi un’iniziativa a cui tutti i marzialisti saranno felici di prendere parte:

Guerrieri per la Pace” vuole essere un momento di solidarietà che porti la nostra pratica ad un livello reale di impegno e costruzione.
Il 2 e 3 Aprile 2011 ogni insegnante aderente terrà uno stage gratuito nel proprio dojo, per il quale verranno raccolte 10 euro per ogni partecipante e devolute all’Esercito della Salvezza, che opera attivamente in Giappone per fare fronte a questa atroce emergenza.
Le quote potranno essere inviate autonomamente all’E.d.S. utilizzando i riferimenti presenti a questo indirizzo:

croce rossa italiana

http://www.google.com/crisisresponse/japanquake2011.html

http://blog.salvationarmyusa.org/

Oppure, per partecipare alla donazione fatta a nome dei “Guerrieri per la Pace”, potranno essere versate sulla Postepay n° “4023 6004 6749 3062″ (Aikido e Dintorni). Le offerte saranno pubblicate su Aikido e Dintorni.
La redazione chiede di inviarci tramite email UNA FOTO DI GRUPPO per ognuno dei dojo partecipanti, in cui tutti gli atleti siano con la mano destra sul cuore, in modo da costruire una pagina interattiva specifica per l’iniziativa.
Ringraziamo tutti per l’attenzione e per la sicura partecipazione!
A&D



2 commenti

  1. Guidi Massimiliano wrote:

    Questi fondi andrebbero comunque raccolti , o sarebbero dovuti essere raccolti anche in occasione di altri tsunami che hanno falciato nel piu’ vicino passato centinaia di migliaia di vite umane.
    Posso anche condividere il vostro nobile gesto nei confronti dei giapponesi, ma anche altri popoli colpiti da catastrofi naturali, in passato, anche se non hanno inventato l’aikido o le arti marziali in genere, avrebbero meritato il nostro aiuto con tutta la altrettanta convinzione ed organizzazione che si sta ora mettendo in piedi ad oggi per il popolo del Giappone…
    Grazie….. un mio pensiero… nulla piu’….

  2. Fabio Branno wrote:

    Un pensiero di tutto rispetto.
    Quando abbiamo pensato a questa iniziativa, abbiamo riflettuto a lungo su questo tema ed abbiamo ritenuto opportuno pensare ad un’attività che potesse essere riproposta ogni anno, con raccolta di fondi a progetto, che questa volta è per il Giappone, per dedicare una giornata di allenamento all’aiuto degli altri, per migliorare nel nostro piccolo un pezzettino di mondo, nella più viva memoria di O Sensei.

Lascia un Commento


2 + due =


Parte del materiale e' stato scaricato da internet.
Qualora una o piu' parti ledessero i diritti dei rispettivi proprietari
saremo pronti, dietro segnalazione, a toglierle immediatamente.