“IL SOGNO DEL BIANCO E LE PIETRE DEL PASSATO” I marmi di Itto Kuetani nei luoghi dell’Antica Roma

 IL SOGNO DEL BIANCO E LE PIETRE DEL PASSATO
I marmi di Itto Kuetani nei luoghi dell’Antica Roma
Villa dei Quintili
Mausoleo di Cecilia Metella
Museo Nazionale Romano in Palazzo Massimo
Roma, 30 aprile – 31 ottobre 2009
Mercoledì 29 aprile 2009 alle ore 18.00 sarà inaugurata a Roma, alla Villa dei Quintili, la mostra “Il Sogno del Bianco e le Pietre del Passato. I marmi di Itto Kuetani nei luoghi dell’Antica Roma”, a cura della Fondazione Italia Giappone. Le opere monumentali dello scultore giapponese Itto Kuetani saranno esposte fino al 31 ottobre in tre diverse sedi tutelate dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma: la Villa dei Quintili e il Mausoleo di Cecilia Metella sulla Via Appia, e il Museo Nazionale Romano di Palazzo Massimo alle Terme.Itto Kuetani è uno scultore fortemente interessato al dialogo con l’ambiente urbano, ma non solo. Roma – città alla quale egli è profondamente legato – ha contribuito in maniera significativa alla sua maturazione artistica. Egli stesso afferma: “In Giappone lavoravo solo sulla concretezza dell’opera. In Italia ho imparato a contestualizzare la scultura in stretto riferimento allo spazio nel quale essa è collocata”. L’artista, che vive e lavora in Italia da quarant’anni, è autore dello straordinario complesso monumentale “Il Colle della Speranza”, che sorge su un’area di cinquemila metri quadrati nei pressi di Hiroshima: un’immensa acropoli costituita da tremila tonnellate di marmo di Carrara, trasportato in oltre venti anni dall’Italia al Giappone per trasmettere in un luogo simbolo del primo martirio atomico la speranza di un futuro di pace.Nella cornice di uno dei più suggestivi siti archeologici di Roma, la Via Appia – dove gli antichi romani utilizzarono il marmo con altrettanta passione – le opere di Itto Kuetani danno nuova forma al dialogo tra artista e natura: un dialogo teso a riaffermare importanti valori quali il rispetto e la pace, attraverso un percorso ideale tra passato e futuro.Le sculture di Kuetani, come sottolinea Enrico Crispolti, storico dell’arte contemporanea e uno dei principali conoscitori della sua opera d’artista, sono veri e propri monumenti, e anche quelle di piccole dimensioni sono quasi sempre ipotesi di grandi proposte di rapporto ambientale. I suoi lavori sono spesso fatti di fori e di passaggi, “essi sono come delle porte che mettono in comunicazione spazio e materia”.Kuetani crede in un’arte “educativa” che non è distaccata dalle persone ma le interroga e le fa crescere, anche attraverso un approccio giocoso; per questo motivo propone che la gente interagisca con le sue opere, ci salga sopra, sperimenti col tatto la varietà della pietra.Per sottolineare questo modo di intendere la scultura come opera viva e fruibile, durante l’inaugurazione il Light design di Jean Paul Carradori e le proiezioni video di Gianni De Simone illumineranno le sculture e l’ambiente che le ospita mentre le foto di Marco De Rosa “fisseranno” e reinterpreteranno, in una sorta di loop multimediale, quegli attimi.
La Fondazione Roma Museo, uno tra gli sponsors dell’iniziativa, ospiterà fino al 7 giugno p.v. una scultura di Kuetani all’interno della mostra “Hiroshige, il Maestro della natura” (Via del Corso 320), mentre sarà possibile ammirare altre opere presso la galleria “Doozo” (Via Palermo 51) e Eurogarden (Viale delle Terme di Caracalla 70).
IL SOGNO DEL BIANCO E LE PIETRE DEL PASSATO
I marmi di Itto Kuetani nei luoghi dell’Antica Roma
Roma, 30 aprile – 31 ottobre 2009

A cura di:    Fondazione Italia Giappone

Con il Patrocinio di:   Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Provincia di Roma
Comune di Roma
Parco regionale dell’Appia Antica
Ambasciata del Giappone in Italia

Main Sponsor:   Fondazione Roma Museo
    Japan Foundation
Fujiwara Eye Clinic
Hirobo Limited
Ryobi
JT International S.A.

Sponsor:   Marmi Galleria Ravaccione
Doi
Daruma Sushi

Sponsor tecnici:  Soft Sia
Studio MCM
MG Elettrotecnica
Marco de Rosa, Jean Paul Carradori e Gianni de Simone per “Spazio Latente”
Fondazione Arteatro – Novara
Teclumen S.r.l.
Aida
Doozo Art Books & Sushi
Selene Viaggi & Turismo
Eurogarden

Fotografie:   Massimo Berretta

Catalogo:   Gangemi Editore

NOTIZIE UTILI

Villa dei Quintili, Via Appia Nuova 1092

Mausoleo di Cecilia Metella, Via Appia Antica 161

Museo Nazionale Romano in Palazzo Massimo, Largo di Villa Peretti 1

ORARI (riferiti al periodo della mostra):

Villa dei Quintili / Mausoleo di Cecilia Metella   
Dal 30 aprile al 31 agosto            9.00-19.30
Dal 1 al 30 settembre     9.00-19.00
Dal 1 al 24 ottobre     9.00-18.30
Dal 25 al 31 ottobre     9.00-16.30
Lunedì chiuso

Museo Nazionale Romano in Palazzo Massimo
mar-dom       9.00-19.45

INFO:
Fondazione Italia Giappone
Tel. 06.6784496 – Fax. 06. 69380179
e-mail: fondazione@italiagiappone.it
www.italiagiappone.it

 



Lascia un Commento


− uno = 2


Parte del materiale e' stato scaricato da internet.
Qualora una o piu' parti ledessero i diritti dei rispettivi proprietari
saremo pronti, dietro segnalazione, a toglierle immediatamente.