Il vulcanico decennio. Le avanguardie giapponesi negli anni Sessanta – Roma

Le avanguardie giapponesi negli anni Sessanta
 Conferenza a cura di Luciana Galliano  lunedì 25 giugno 2012 ore 18.30
Istituto Giapponese di Cultura (via A. Gramsci, 74 – 00197 Roma)
 Ingresso libero fino a esaurimento posti
 Nuovo appuntamento con il ciclo di conferenze “OrientaMenti”, tenute da esperti che hanno usufruito di fellowship della Japan Foundation per approfondire i loro studi in Giappone.
 Intorno a poche date significative – le manifestazioni antiamericane, le Olimpiadi di Tokyo, l’Esposizione Universale di Osaka – negli anni Sessanta gli artisti giapponesi affrontano grandi temi quali la nuova configurazione sociale, il nascente consumismo, gli eventi bellici in Asia e il ruolo del Giappone nel mondo. I musicisti creano con grande originalità, creatività e sensibilità, radicali movimenti d’avanguardia che rappresentano l’espressione sonora di un’era in crescita.
 

Studiosa dotata di solide basi musicologiche e culturali, Luciana Galliano unisce una profonda conoscenza delle musiche e teorie musicali dell’Asia orientale ad una grande competenza riguardo alla musica contemporanea. Dopo aver concluso i suoi studi in Italia, ha approfondito la conoscenza delle musiche di tradizione est-asiatica, soprattutto giapponese, in un dottorato conseguito presso l’Università di Belle Arti e Musica di Tokyo (1987-1991); la tesi sul compositore Jōji Yuasa è stata pubblicata da Cambridge Scholars Publishing. Da allora ha continuato ad indagare e a fare ricerca su forme e comportamenti musicali caratteristici di società e culture altamente letterate (come la giapponese e la cinese) che mantengono nell’ambito della tradizione musicale una prevalente trasmissione orale, e sugli aspetti socio-estetici della transculturazione musicale nel contemporaneo. Di ritorno in Italia, viene chiamata da Luciano Berio a collaborare alle ricerche musicologiche e letterarie per le sue Norton Lectures (1993-94). Nel 1996-97 partecipa alla fondazione dell’Accademia Internazionale Arti e Media AIAM come Responsabile della Sezione Attività e Corsi di Musica. Dagli anni novanta ha progressivamente approfondito una ricerca musicologica interculturale sulle relazioni fra sistemi musicali e sistemi culturali (i temi dell’interculturalità in musica e dell’estetica musicale interculturale sono esposti nel libro Musiche dell’Asia Orientale). Dopo diverse visite per lo più biennali in Giappone e in Cina per aggiornamenti e materiali, nel settembre 2004 torna in Giappone, sino al luglio 2005, per uno studio (tuttora in corso) sul peculiare concetto di temporalità e di tempo musicale giapponesi, provvisoriamente concluso con una giornata di studi presso l’International Research Center Nichibunken. Recentemente ha iniziato una ricerca di approfondimento sulle avanguardie radicali in Giappone e sui rapporti di queste con il mondo occidentale, condotta anche grazie a una Fellowship della Japan Foundation (sett.-dic. 2011).
 

 

 

 

 

 

 

 



Lascia un Commento


+ sei = 9


Parte del materiale e' stato scaricato da internet.
Qualora una o piu' parti ledessero i diritti dei rispettivi proprietari
saremo pronti, dietro segnalazione, a toglierle immediatamente.