Irezumi 剳青

Irezumi (入れ墨, 入墨, 文身, 剳青, or 刺青) ireru inserire sumi inchiostro nero) o horimono (horu inscrivere mono qualcosa) è una parola giapponese che si riferisce all’inserimento dell’inchiostro sotto la pelle allo scopo di  lasciare un segno permanente, di solito decorativo. Si crede che la pratica di  tatuare per scopi spirituali o decorativi in Giappone risalga almeno al periodo paleolitico o Jomon(circa 10000 a.C) . E’solo  a partire dal periodo Kofun (300-600 d.C.) che  i tatuaggi incominciarono a assumere connotazioni negative. Si cominciò  infatti a mettere segni tatuati come punizione sui criminali ( pratica usata anche nell’antica Roma,dove si sa che gli schiavi venivano tatuati con frasi del tipo “io sono uno schiavo che era fuggito dal suo padrone”).

Fino al periodo Edo (1600-1668 d.C. ) il significato dei tatuaggi nella società giapponese fu molteplice. Si continuò ad usare segni tatuati per punizione, ma anche, in obbedienza a nuove mode  passeggere, tatuaggi decorativi-alcuni dei quali  rappresentavano disegni che sarebbero stati compiuti solo quando le mani degli amanti si fossero unite. Dunque solo nel periodo Edo  i tatuaggi decorativi giapponesi iniziarono a

trasformarsi in una  forma d’arte  quale la si conosce ora. Un potente impulso  per lo sviluppo dell’arte fu lo sviluppo dell’arte della scrittura a stampa effettuata con i blocchi di legno e l’uscita del popolare romanzo cinese Suikoden, un racconto di coraggio ribelle e di  valore virile illustrato con suntuose stampe, effettuate con blocchi di legno, che rappresentano uomini in scene eroiche,  i cui corpi sono decorati con draghi ed altre creature mitologiche, fiori, tigri feroci e immagini religiose. Il romanzo fu un successo, e la richiesta per il tipo di tatuaggi che si vedono nelle sue illustrazioni fu immediata. Le immagini dell’illustratore  del romanzo l’artista  Kuniyoshi sono utilizzate dai maggiori artisti del tatuaggio anche ai giorni d’oggi. I soggetti che  di solito vengono tatuati hanno un significato simbolico, Tra questi:  i dragoni, i fiori di ciliegio(simbolo della trascendenza della vita umana), kara-jishi (animale mitologico) e le carpe (simbolo di perseveranza e coraggio). Fino a  qualche  tempo fa, le persone tatuate venivano considerate pericolose perchè il tatuaggio per un certo periodo fu  segno di appartenenza  alla famigerata  mafia giapponese del gruppo yazuka. In Giappone il tradizionale irezumi è ancora fattao da un esperto artigiano tatuista, ma è un processo doloroso che richiede tempo ed è costoso. Un tipico irezumi tradizionale che ricopre il corpo (tatuaggi, che coprono le braccia, schiena, petto e la parte superiore delle gambe, ma lasciando un spazio non tatuato al centro del corpo) può richiedere 1-5 anni con una media di una volta per settimana per essere  completato  ed un costo di 25.000 euro.



Lascia un Commento


+ 7 = dodice


Parte del materiale e' stato scaricato da internet.
Qualora una o piu' parti ledessero i diritti dei rispettivi proprietari
saremo pronti, dietro segnalazione, a toglierle immediatamente.