Nimi XIV Festival Giapponese & Japan Expo – Firenze

nimi-festival-1-300x214

L’ 8 e il 9 dicembre la seconda edizione del NIMI Festival. Firenze, Stazione Leopolda, viale F.lli Rosselli 5
A Firenze protagonista il Giappone tra cultura, cibo, performance artistiche e arti marziali
Oltre 30 eventi in 2 giorni. Tra questi la mostra delle prime bambole meccaniche, in collaborazione con il Museo Toshiba (per la prima volta ospite in Europa), il concerto con il compositore Toshio Hosokawa e il gruppo Kamui, i maestri di spada di Kill Bill
Un’installazione interattiva ricreerà il celebre incrocio di Shibuya, in collaborazione con Suzuki Italia

Si terrà sabato 8 e domenica 9 dicembre presso la Stazione Leopolda di Firenze la seconda edizione del NIMI, Festival Giapponese dedicato alla cultura del paese del Sol Levante. L’acronimo vuol dire “Nippon meets Italy” (il Giappone incontra l’Italia) e sarà una due giorni a 360° di cultura nipponica, un ponte tra le due civiltà con oltre 30 appuntamenti di approfondimento, musica, danza, cibo, arti marziali, installazioni artistiche e workshop.

Tra gli eventi (programma completo su www.nimifestival.it), in esclusiva italiana, l’esibizione del gruppo Kamui, i maestri della spada diretti da Shimaguchi Tetsuro, coreografo delle scene di spada in Kill Bill di Quentin Tarantino. Protagonista anche la grande musica contemporanea, con il celebre compositore Toshio Hosokawa, presente al festival, e di cui verrà eseguita anche una prima assoluta (evento in collaborazione con GAMO).

Per le esposizioni d’arte, da segnalare l’installazione interattiva che ricreerà il celebre incrocio pedonale di Shibuya a Tokyo (in collaborazione con Suzuki Italia), e la mostra delle prime bambole meccaniche Karakuri, precursori dei moderni robot. Furono costruite dal fondatore della Toshiba Hisashige Tanaka, ingegnere giapponese vissuto nell’800, soprannominato per il numero di invenzioni ‘l’Edison orientale’ (fra le altre cose, progettò la prima locomotiva a vapore giapponese). Tanaka diede alle bambole tradizionali giapponesi dei movimenti sofisticati: al Festival saranno in esposizione alcuni rari esemplari e sarà presente il famoso artigianato Harumitsu Hanya, tra i pochi ancora capaci di riprodurle. L’evento è in collaborazione con il Museo della scienza Toshiba, che espone per la prima volta fuori dal Giappone. Una delegazione della Toshiba sarà inoltre ospite a Firenze per ripercorrere la storia della tecnologia giapponese.

Nel NIMI Festival spazio all’approfondimento con incontri di argomento vario. Tra questi la cerimonia del tè: direttamente dal Giappone, la Maestra Shimura Senkei della Scuola Dai Nihon Chadou Gakkai spiegherà quest’arte, nata nei giardini Zen, denominata ‘via’, vera disciplina del vivere quotidiano. Ed ancora: la danza tradizionale Nihon Buyo, che incorpora elementi delle arti dello spettacolo antiche, come ‘bugaku’ (performance cerimoniale della corte imperiale) e ‘nohgaku’ (teatro Noh); in programma anche il musical ‘alla giapponese’ della compagnia al femminile Baragumi (l’equivalente nipponico di Broadway).

Tra i workshop, gli origami di carta, gli oggetti in tessuto di kimono con la maestra Shikita, la tintura Yuzen su seta con la M° Kazuko Kataoka, le dimostrazioni di calligrafia Shodo e di stile classico Sumie, la tecnica Shiatsu, i tatuaggi all’hennè, il body painting con il Maestro Ohara, la dimostrazione di cani di razza Akita e Shiba e il corso di cucina giapponese.

Inoltre un’area Budo con i workshop di arti marziali, in cui maestri giapponesi e associazioni toscane si alterneranno in dimostrazioni e lezioni dal vivo delle più conosciute arti marziali del Giappone; un’area libera dedicata ai giochi tradizionali giapponesi, con la pesca dello Yoyo e il Super Ball, e l’area food, divisa tra sushi bar, onigiri corner e street food.

Al Festival largo spazio sarà dedicato anche ai manga e agli anime, con un’area mercatino in cui sarà possibile acquistare i marchi della moda e del design giapponese, tra cui gli abiti degli stilisti Putumayo e Angelic Pretty. Tra gli eventi collaterali, il contest di Cosplay, in cui il vestito più bello, ispirato al mondo pop giapponese, volerà a Parigi per il Japan Expo 2013. A disegnare la mascotte del Festival di quest’anno Aranzi Aronzo, celebre marca giapponese di oggettistica, libri e abbigliamento, diffusa in Giappone e negli USA.

La Stazione Leopolda è in via Fratelli Rosselli n.5. Ingresso giornaliero €8. Orario sabato 8 dicembre 10-22, domenica 9 dicembre 10-20.Info www.nimifestival.it.



Lascia un Commento


+ 1 = otto


Parte del materiale e' stato scaricato da internet.
Qualora una o piu' parti ledessero i diritti dei rispettivi proprietari
saremo pronti, dietro segnalazione, a toglierle immediatamente.