Wabi Sabi Cyber 5. Culture e subculture del Giappone contemporaneo – Body&Robot edition

resize (7)Wabi Sabi Cyber 5. Culture e subculture del Giappone contemporaneo – Body&Robot edition
Bologna, 6 novembre 2014
giornata di studi a cura di Giorgio Amitrano e Matteo Casari
L’evento nasce dalla collaborazione di Nipponica con Alma Mater Studiorum-Università di Bologna e Università degli Studi di Napoli L’Orientale.

Wabi Sabi Cyber – Cultura e subculture del Giappone contemporaneo giunge nel 2014 alla sua quinta edizione proseguendo l’indagine sulla cultura giapponese contemporanea, i suoi volti e i suoi apparentemente infiniti mutamenti: un mosaico di arti, linguaggi, fenomeni di costume e innovazioni che ovunque continuano a suscitare stupore e interesse.

Non solo manga e anime, ma anche letteratura, teatro, fotografia, estetica, filosofia e robotica i temi attraverso i quali esplorare il Giappone di oggi per meglio comprendere, alfine, il nostro presente così profondamente nutrito da un immaginario che ha travalicato i confini nipponici arrivando ad abbracciare buona parte del pianeta divenendone patrimonio comune.

La quinta edizione sarà dedicata al corpo, corpo come luogo di pratiche culturali e tecnologiche che lo rendono artificiale o, meglio, fatto ad arte.
Robot, automi, androidi, bambole meccaniche (karakuri ningyō), ma anche corpi sognati e fabbricati da ideologie e modelli socialmente accettati o rinnegati, si animeranno negli interventi dei relatori coinvolti: Matteo Casari (Università di Bologna), Gianluca di Fratta (Storico del fumetto e del cinema d’animazione), Chiara Luna Ghidini (Univesità di Napoli “L’Orientale”), Marcello Ghilardi (Università di Padova), Giorgio Metta (Istituto Italiano di Tecnologia – Genova), Paola Scrolavezza (Università di Bologna); Cinzia Toscano (Università di Bologna).



Lascia un Commento


5 × uno =


Parte del materiale e' stato scaricato da internet.
Qualora una o piu' parti ledessero i diritti dei rispettivi proprietari
saremo pronti, dietro segnalazione, a toglierle immediatamente.